Cookies

Predictweb.it utilizza i cookies per garantirti una miglior esperienza di navigazione. Continuando a navigare su questo sito autorizzi l'utilizzo dei cookies. Per saperne di più clicca qui

Continua

Predict - Sistemi Medicali

Partner GE HealtCare

News ed Eventi

Predict tra le 1000 migliori d’Europa secondo il Financial Times

Postato il 05/05/2017

È stata pubblicata pochi giorni fa su Financial Times la prima edizione di FT 1000: Europe’s Fastest Growing Companies, la classifica delle mille imprese definite dal principale quotidiano economico britannico “la forza motrice dell’economia europea nel XXI secolo”.

Realizzata in collaborazione con Statista, noto portale online di statistica, la ricerca ha coinvolto le aziende private indipendenti con sede legale in uno dei 28 Paesi dell’Unione Europea, che abbiano ottenuto nel 2012 un fatturato minimo di € 100.000, balzato ad almeno 1,5 milioni di euro nel 2015. Il dato valutato dalla ricerca riguarda quindi l’incremento di fatturato che queste aziende hanno prodotto nel triennio dal 2012 al 2015; e in particolare è stato calcolato il tasso annuo di crescita composto (Compound Annual Growth Rate). Sulla base del CAGR è stata stilata la classifica ufficiale.

L’azienda pugliese Predict Srl, forte di un incremento di fatturato secondo l’indice CAGR del 333% tra il ‘12  e il ‘15 ha ottenuto il 360° piazzamento nella classifica generale dell’intera UE, collocandosi al 53° posto tra le 186 aziende italiane.

“Un risultato che ci gratifica e ci sprona ad impegnarci con ancora maggiore entusiasmo” – ha dichiarato l’ing. Angelo Gigante, amministratore unico di Predict. “La nostra azienda è attiva nella commercializzazione di tecnologie elettromedicali in Puglia e Basilicata, ed in particolare distribuisce ecografi General Electric Healthcare. Tuttavia – ha proseguito l’ing. Gigante – pur considerando la commercializzazione e i servizi connessi a tale attività il nostro core business, siamo estremamente attivi in progetti di formazione (come la nostra Ultrasound Academy) e in progetti di ricerca scientifica (come il cluster Inside the Breath in collaborazione con l’Università di Bari e il progetto di realtà aumentata OPTIP)”.

L’Italia ha fatto registrare complessivamente un buon piazzamento: terzo Paese europeo dopo Gran Bretagna e Germania in questa speciale classifica che ha premiato la capacità di innovazione e di crescita delle imprese.